Un esplosione di profumi

La Lavanda è un’autentica pianta mediterranea dotata di impareggiabili fragranze, sempre verde e caratterizzata dalle folte Chionne delle sue stupende infiorescenze. Il suo nome fu scelto dagli antichi Romani e deriva dal verbo latino “Lavare”; nei tempi antichi la pianta veniva utilizzata per disinfettare e rinfrescare gli ambienti e veniva immerso anche nelle vasche per i bagni destinati al lavaggio del corpo.
Il fiore sgranato ed essiccato è utilizzato in erboristeria e va in miscele per tisane a cui conferisce una eccellente proprietà Balsamica e antibatterica. La fragranza della Lavanda è ricca di proprietà antidepressive ed è utilizzato in aromaterapia come essenza distensiva e rasserenante.
Dalle piante ed, in particolare, dalle sue infiorescenze si ricava per distillazione il pregiato olio essenziale da sempre molto apprezzato in profumeria; ricordiamo la famosissima “eau de Cologni” messo appunto nel 1709 dal profumiere italiano Giovanni Maria Farino.
La Lavanda è anche famosa per le sue proprietà insetticide ed è da sempre la “regina” di tutti gli “armadi” che, grazie alle sue impareggiabili proprietà, riesce a profumare e a proteggere dai fastidiosi insetti che possono insidiarli. Il suo olio essenziale viene anche abbinato alle creme per massaggi salutari e distensivi e possiede la proprietà di decongestionare la pelle motivo per cui, può soccorrere dalle piccole ustioni casalinghi e nei casi di arrossamenti come quelli derivati dal sole o da punture di insetti.
Tutte le civiltà hanno usato questa pianta, dagli antichi Egizi, Greci, Romani e sino agli Arabi che la introdussero più concretamente nella medicina del tempo.
Famosa e leggendaria fu la notizia dei quattro ladroni che nel XXVIII secolo sostenevano di aver utilizzato la Lavanda in una loro porzione contro la peste in miscela con rosmarino, chiodi di garofano e aceto distillato.
La è sicuramente una delle piante che maggiormente hanno affiancato il cammino della nostra umanità entrando a far parte dei nostri costumi e dei nostri fabbisogni quotidiani e abbinando alle sue tante virtù uso esclusivo e fine bellezza. Testo e foto John Steven Tinteri Fattoria Cabanon

.