Rubino Luminosissimo. Si muove compatto, liberando un’inebriante spettro olfattivo di amarena, prugna, erbe aromatiche essiate, cacao, e ancora caffe, noce e ricordi di sherry. La possente struttura è ingentilita da una spinta acida che garantisce un equilibrio impeccabile, la dotazione alcolica non è affatto un ingombro e il sorso ne esce agile e gustosissimo. Su medaglione di cervo ai funghi.
O.P. Barbera PICCOLO PRINCIPE 2000 - Rubino cupo, stilla consistenti archetti purpurei. Sul fondo vanigliato e balsamico del rovere risaltano suggestioni di amarena e prugna, confetture di more e una punta di miele di castagno. Caldo e vellutato, ha tannini rilevanti e corpo robusto. Lunga persistenza, con note di caffè nel finale. Sosta 24 mesi sui lieviti, 12 dei quali in barrique di rovere francese. Sul brasato.
Sensazioni: è vino giocato sui grandi contrasti fusi in un assieme di morbida e balsamica souplesse. Tutto il tasting vede i segni della ricchezza del teste in esame. Occhio fitto e denso, profumo intenso, sapore potente. Mirtillo forte si avverte in arrivo di inspirazione. Grandi sono i contrasti perché la base estrattiva del vino è di superiore concentrazione. Ecco il contrasto principe: un frutto di acida e croccante vena ma di gran dolcezza speziata. L'effetto gusto-aromatico di tale sponda fra intensità e morbidezza è un'onda penetrante, intensa, di anicioso e clorofilloso balsamo di frutti di bosco. Analogo l'aroma che governa acceso nel palato: frutto mentoso, dall'amaro contenuto. Molto lungo in persistenza, trasparente e pulito, fragrante e turgido in riserva ossidativa di vita. Un vino carezzevole in cui sfolgora intenso il mirtillo, distillato da un caldo sole eppure avvolto in freschissima e bianca menta.
Quando il vino è una favola Non sappiamo se Antoine de Saint Exupery fosse un colto intenditore di buoni vini. È da ritenere verosimile che si, in quanto francese, e pertanto possiamo legittimamente pensare che da lassù sia lieto di apprendere che un vino è stato battezzato con il nome del suo scritto più famoso. Eccolo qui il Piccolo Principe, trionfo di fantasia produttiva, espressione egregia delle potenzialità di quel vitigno che si chiama Barbera e che - a torto-si credeva avesse già dato tutto quello che poteva dare, espresso il massimo di quello che era in grado di esprimere.
Il Barbera, di un vigneto datato, stagionato, perfino povero rispetto ai canoni ricorrenti di molti impianti d’oggi, dai quali - non lo si confessa, ma è cosi - viene facile trarre quantitativi spropositati d’uva per ettaro. Un principe non ha bisogno di esagerazioni, mai vuole collocarsi sopra le righe. La nobiltà ha norme ferree. E vincolanti. Oltrepò pavese rosso Piccolo Principe vigna Collesino, annata 2001, sapiente uvaggio di Barbera: è lui il nostro vino. Lo produce a Godiasco la Fattoria Cabanon, ubicata sulla solatia cresta collinare a sinistra della Staffora. Rosso pieno e corposo, inossidabile, che mantiene intatta freschezza per lungo tempo. “ È un vino pieno, armonioso e fresco, dal profumo molto sviluppato e persistente”. Profumo raffinato, grato, interessante, pulito: alla nota iniziale di prugna fanno seguito il tocco di confettura di piccoli frutti di bosco e le pennellate di violetta, vaniglia, cioccolato, liquirizia. Il sapore è intenso, piacevole

 

Epoca vendemmia: Ottobre

Vinificazione e maturazione: Classica vinificazione “in rosso” con pigia-diraspatura e fermentazione delle uva in vasche di piccola capacità; le uve sono raccolte a piena maturazione ed autunno inoltrato (la Barbera è un vitigno particolarmente tardivo). Dopo il primo élévage ed ultimata la fermentazione malo lattica(a volte, dopo circa un anno dalla raccolta), il vino viene fatto affinare in barriques nuove per un altro anno circa e riportato a riposare , successivamente, in botti di rovere di grande capacità. L’imbottigliamento avviene a quasi tre anni dalla vendemmia e la commercializzazione del vino imbottigliato inizierà dopo un sostanzioso affinamento in bottiglia
Maturazione:

  • in Acciaio – Botte di rovere mesi 8
  • barrique di Rovere Francese mesi 12
  • Affinamento in Bottiglia mesi 6

Tipologia del terreno: Argiloso-Calcareo e ben ventilato; Il vigneto più povero e antico dell’azienda Cabanon. Produce una Barbera dai piccoli grappoli spargoli, ma ricchi di ogni virtù. Bassissime rese per ettaro. Sistema di impianto a guillot semplice.

Altitudine: 300 mt
Età delle vigne: 36 anni
Esposizione: Sud Est

Sistema di allevamento

  • GUILLOT
  • Numero gemme per ogni ceppo 8
Numero ceppi per ettaro4,500
Resa per ettaro: 45 q.li
Bottiglie prodotte per questa annata: N° 5000