La nostra Azienda

Siamo un'azienda agricola a conduzione familiare che, pur non trascurando le più moderne tecniche enologiche, coltiva e vinifica uve nell'assoluto rispetto della più antica tradizione rurale, arricchendo i prodotti di autentici umori e sapori di nostranità e tipicità, classici della produzione artigianale. I vigneti di proprietà sono coltivati "da sempre" secondo le regole della viticoltura Biologica, a tutela dell'ambiente ed a salvaguardia della salute dell'uomo: siamo garanti in assoluto e di persona della qualità genuinità dei nostri Vini. Ed è proprio grazie a questa filosofia aziendale che la Regione Lombardia, dopo attenti esami eseguiti in loco, ha dichiarato, con circolare 324 del 29 ottobre 1991, che la Fattoria cabanon è l'unico caso di specializzazione a produrre vino Biologico. Dal 1909 la nostra azienda agricola produce e vinifica uve nell'estremità occidentale dell'Oltrepò Pavese, ai confini del Piemonte. Si compone di circa 30 ettari di vigneti intensivi a coltura specializzata su terreni calcareo-argillosi, magri, molto ventilati, a 300 metri sul livello del mare. Gode di un microclima ideale che è alla base della storica vocazione per la coltura della vite: la "Valle Staffora", in cui è ubicata la nostra azienda, è stata nei tempi più remoti la prima zona a conoscere la coltivazione della vite e la sua vinificazione.  Questo nostro microclima è senz'altro molto interessante e proficuo perché caratterizzato da una sensibile escursione termica giornaliera che  è importante per l'assunzione dei profumi i quali, componendosi con gli altri elementi favorevoli, consentono di ottenere prodotti dai gusti intensi e dai profumi complessi e sottili e molto persistenti. I nostri terreni magri e la nostra volontà di coltivare i vigneti con basse produzioni per ettaro ci consentono di ottenere Vini, sia bianchi che rossi, di notevole struttura e completezza che ben si prestano, per la loro longevità, all'invecchiamento. I venti marini e quelli dell'entroterra, che caratterizzano la nostra zona, ci favoriscono limitando le classiche malattie della vite e le infezioni botritiche, consentendoci di ottenere uve sane e vendemmie tardive. I cloni varietali messi a dimora nei nostri vigneti sono tutti originari e sono stati scelti con la massima attenzione. A questa azienda ed a questo antico  ed intenso lavoro dedichiamo, con il massimo impegno, la nostra filosofia e le nostre vite: ci auguriamo che i nostri Vini lo sappiano raccontare.

IL NOME CABANON

Terroir  Il nome "Cabanon" è la versione dialettale del nome "Capannone"; così, da sempre, veniva chiamato il podere che i miei nonni e bisnonni avevano in proprietà e dove insisteva la produzione delle uve che venivano utilizzate per produrre il vino destinato alla vendita nella Locanda del paese, di cui erano proprietari e conduttori (la trattoria della Pace- siamo agli inizi del '900). I miei avi erano, più che altro, commercianti. In questo podere c'era anche un orto e il frutteto e, appunto, un" capannone" utilizzato per la gestione agricola del podere. Diciamo che la tradizione vitivinicola di Cabanon è attiva sin dal 1909 (quest'anno scatterebbe il centenario) proprio perché fin d'allora l'appezzamento denominato "cabanon" era utilizzato per la produzione di vino; fu, però, mio padre, Giovanni Mercandelli, ad avere l'intuito di creare su quei terreni una attività vitivinicola imprenditoriale e fu lui a crearla quasi dal nulla, sul finire degli anni '60. Per far questo, impiantò vitigni più selezionati e con un criterio innovativo sui terreni di famiglia e cominciò ad acquistare i terreni limitrofi ad essi; costruì la casa in cui ora io tutt'ora abito con mio marito, mio figlio e mia madre, (ed in cui ebbe sede la prima cantina di Cabanon) e, negli anni a venire costruì anche l'edificio in cui insiste l'attuale cantina. Ebbe l'intuito di impiantare vitigni innovativi e del tutto estranei al classico territorio Oltrepò, (quali Cabernet, Sauvignon Blanc, Syrha ed altri ancora, quasi innominabili!) ed ebbe sempre uno sguardo attento verso la Francia. Quando iniziò papà l'Oltrepò Pavese non era per nulla rappresentato nella nostra zona (Godiasco e dintorni) e venivamo spesso derisi da coloro che rappresentavono il classico Oltrepò. Consideravano,la nostra, una collina troppo impervia e scarna; forse, non sono mai esistiti veri motivi per denigrare ma c'era, forse, solo il fatto che non c'era mai stato nulla e che il cuore dell'Oltrepò si trovava dalla parte opposta. Papà ebbe anche l'intuito del "bio" molti anni prima che la Comunità europea ne stilasse il decalogo e la Legge costitutiva; vivere in modo sano, senza inquinare e mangiando e bevendo cose genuine. Io ero una bambina quando papà iniziò; insieme a lui ed alle sue idee ed ai suoi sogni sono cresciuta.Lo capivo papà. Da lui ho imparato (fermo restando che moltissimo ancora devo imparare e che mai si può finire di farlo)le basi del nostro lavoro ed i principi essenziali e tante sfumature.

 

Sulle colline

Quindi, Cabanon nasce a 300 mt sul livello del mare sulla collina che domina il piccolo paese di Godiasco, sulla sponda sinistra del torrente Staffora, a ridosso del confine con il Piemonte e con i primi comuni agricoli della provincia di Alessandria. Il torrente Staffora dà il nome alla nostra vallata e riesce ad esserne sempre un po' il protagonista perché nel microclima interviene parecchio , contribuendo sia alle escursioni termiche giornaliere e sia riguardo alle brezze che caratterizzano la nostra collina, sempre ben ventilata. La nostra, è una collina piuttosto magra e scheletrica, direi una "vera collina"; la vendemmia, da noi, è più tardiva rispetto a quella dell'oltrepò classico. La definisco "vera collina" anche perché siamo realmente sui piedi del Pre-Appennino.La Composizione dei nostri terreni è di tipo argilloso-calcareo con molto scheletro(il sasso, non manca mai)e si tratta, tendenzialmente , di terreni magri. La gran parte dell'oltrepò, invece,  è caratterizzata da un sistema collinare simile a dei "panettoni" circondati dalle pianure e per conseguenza, si avrà più calore, meno escursioni termiche ed anche un po' più di umidità (con le classiche nebbioline di inizio autunno); senz'altro, anche un terreno più fertile e produttivo, e che mantiene, comunque, un'alta vocazione viticola. La Valle Versa e il Casteggiano sono le principali espressioni di questo territorio.      Ho sempre avuto l'impressione che la nostra fosse una collina un po' più "selvaggia " e senz'altro più defilata, quasi dimenticata, e l'impressione aumenta se si oltrepassa il vicinissimo confine con il Piemonte. Anche i boschi, intorno a noi, danno l'impressione di essere sempre molto incombenti.
Per quanto riguarda i vitigni coltivati nella nostra azienda, inutile dire che sono molti e variegati e ,fra loro, anche  molto differenti. Da essi nasce la nostra folta gamma di Vini e le nostre numerose etichette che rappresentano sia i vitigni in purezza che, a volte, i differenti uvaggi ed anche i diversi tipi di vinificazione. A spingerci sempre alla ricerca di nuovi vitigni (anche non autoctoni) c'è sempre stata, forse, la ricerca per qualcosa di nuovo e di buono e di congeniale al territorio; qualcosa che riesca a dare anche un maggior significato al tanto lavoro che  assorbe la nostra attività.

 

 

il team

Cabanon è una scelta di vita, non solo un'azienda vitivinicola. Cabanon è una filosofia di coltivazione e amore per la terra e per i frutti che essa dona. Cabanon sono le colline che ci regalano uve pregiate. Cabanon è la passione per il nostro lavoro. Cabanon siamo tutti noi, titolari e vignaioli. Tutti insieme siamo Cabanon.

Giovanni

Business Analyst

Una passione enorme per la coltivazione delle vigne e per la sperimentazione.

Elena

Enologa

Il vero cuore dell'Azienda. Abile amministratrice ma soprattutto espertissima enologa.

Gregorio

il Futuro

Grande appassionato della sua terra, della famiglia e del suo hobby. La falconeria.

i ragazzi

il Team

Un gruppo affiatato e professionalmente preparato.
La nostra seconda famiglia.